Epitrocleite

Stampa
Visite: 6328

Epitrocleite del gomito

L'epictrocleite è una tendinite che si manifesta con dolori talvolta invalidanti a livello della regione interna del gomito. Si parla di "gomito del golfista", in quanto si manifesta spesso in seguito alla pratica intensiva del golf. E' una patologia più rara dell'epicondilite e si associa nel 50% dei casi ad una sofferenza del nervo ulnare. Tanto più i sintomi legati alla sofferenza del nervo ulnare sono importanti, tanto più delicato è il trattamento.  Bisogna saper ricercare un'eventuale instabilità o lesione dei legamenti interni del gomito che possono manifestarsi con la stessa sintomatologia. Nella maggior parte dei casi un trattamento medico e fisioterapico ben condotto risolve la situazione dolorosa; nei casi che non rispondono alla terapia medica (circa il 10%), l'intervento chirurgico è risolutivo. Infine è utile ricordare che l'epitrocleite si può associare ad altre patologie (sindrome del tunnel carpale alla mano, tendinite della cuffia dei rotatori alla spalla, artrosi cervicale...)

 Epitrocleite: cause

Il "gomito del golfista" non si manifesta solo in seguito alla pratica del golf  Altri sport o attività lavorative possono provocare un'epitrocleite: sport che implicano lanci ripetuti (baseball, tennis durante il servizio o lo smash, atletica...).

 Epitrocleite: sintomi

Il classico sintomo è il dolore localizzato nella regione mediale del gomito a livello dell'epitroclea: è esacerbato dall'attività fisica (ad es. il servizio nel tennis, golf, lanci nel baseball...) e tende a diminuire con il riposo. La pronazione forzata risveglia i sintomi.

 Epitrocleite: esami radiologici

L'esame radiografico è indispensabile per depistare eventuali lesioni ossee o una patologia intra-articolare. L'ecografia è un utile esame che permette di valutare la patologia tendinosica in corrispondenza dei tendini epitroclei. In casi più complessi la risonanza magnetica nucleare può dare utili informazioni complementari.

 Epitrocleite: cura, terapia medica e chirurgica

La terapia dell'epitrocleite si basa principalmente sulla prevenzione: in sport come il golf, molti accorgimenti tecnici permettono di  prevenire l'insorgenza della tendinite. La terapia medica è basata sulla somministrazione di farmaci anti-infiammatori  associata a fisioterapia con elettrostimolazioni, massaggi trasversali profondi... In alcuni casi l'infiltrazione di cortisone può accelerare la guarigione e la remissione dei sintomi. Un riposo relativo può essere consigliato. Nei casi ribelli alla terapia medica e fisioterapica e laddove la diagnosi sia confermata, l'intervento chirurgico può essere proposto. La tecnica chirurgica classica prevede l'escissione del tessuto tendineo degenerato e tratta la neuropatia del nervo ulnare spesso associata.

 Epitrocleite: riabilitazione e fisioterapia

La riabilitazione del gomito operato è essenziale per ottenere un buon risultato; viene effettuata secondo protocolli ben precisi. In generale la riabilitazione dipende dalla tecnica chirurgica utilizzata (artroscopica o combinata) e da altri parametri (stadio delle lesioni). Lo scopo è comunque quello di poter iniziare velocemente la riabilitazione dopo l'intervento, per evitare rigidità o atrofie muscolari.